Libri

non solo Milan per 5 minuti...
bek
Messaggi: 2093
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 16:30

Re: Libri

Messaggio da bek »

Molto interessante... un libro di 150 pagine è comunque ottimo...
Noto che tutti più o meno hanno iniziato con dei racconti, cosa che a me manca.
Io per il momento a parte i forum e articoli di blog (di informatica) non ho prodotto nulla.
Ma immagino i percorsi di ognuno di noi siano variegati...

Grazie per la tua risposta ;)
"Beneath this mask there is more than flesh. Beneath this mask there is an idea and ideas are bulletproof" (V)
Avatar utente
nordahl
Messaggi: 7331
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 16:41

Re: Libri

Messaggio da nordahl »

bek ha scritto: C'è chi ha cominciato anche a scrivere e si è fermato?
.
presente.
parlo di 15-20 anni fa
Sono arrivato a metà, poi mi sono fermato.
Era un romanzo, su un ragioniere genovese sposato con figli, che esce per prendere le sigarette e non ritorna più a casa.
Si è preso una pausa di riflessione sulla sua vita ed è andato via da tutto e tutti.
Naturalmente manca il finale... :D
UNA MARGHERITA ED UNA PROSCIUTTO E FUNGHI AL TAVOLO 99, GRAZIE...
bek
Messaggi: 2093
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 16:30

Re: Libri

Messaggio da bek »

Da genovese, non gli andava di pagarsi il biglietto di ritorno :)
"Beneath this mask there is more than flesh. Beneath this mask there is an idea and ideas are bulletproof" (V)
Avatar utente
nordahl
Messaggi: 7331
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 16:41

Re: Libri

Messaggio da nordahl »

Belin! :wow:
UNA MARGHERITA ED UNA PROSCIUTTO E FUNGHI AL TAVOLO 99, GRAZIE...
Avatar utente
IlFuSheva_7
Messaggi: 3940
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 15:09

Re: Libri

Messaggio da IlFuSheva_7 »

Vi consiglio vivamente il libro di Sinisa Mihajlovic scritto con il vicedirettore della Gazzetta Andrea di Caro, La partita della Vita.
Lo ho letto in due giorni, è ben strutturato, non banale, scritto bene e arriva dritto al punto come deve.
Affronta tutto il percorso della sua malattia e di come la ha combattuta ma va anche a ritroso e ripercorre tutta la sua carriera c'è una bella aneddotica che riguarda anche il nostro caro ex presidente e si capisce perché negli ultimi 7 anni della sua presidenza eravamo diventati una altra cosa.. se vi va compratevelo..
Hubo un tiempo en que el Milan fue el rey del mundo. Nadie le hizo sombra.
Avatar utente
nordahl
Messaggi: 7331
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 16:41

Re: Libri

Messaggio da nordahl »

Immagine

Letto, non male.
Ci può stare, francamente mi aspettavo di più, ma comunque il 6 in pagella lo raggiunge.
E' la cronaca di quelle stagioni, vista da un tifoso nel racconto di alcune partite chiave di ogni campionato.
Mi aspettavo qualche analisi in più, ma comunque ci sono dei flashback sul passato, con aneddoti di curva (l'autore era della Fossa)
UNA MARGHERITA ED UNA PROSCIUTTO E FUNGHI AL TAVOLO 99, GRAZIE...
Avatar utente
sickboy
Messaggi: 5351
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 16:30

Re: Libri

Messaggio da sickboy »

Seguo la pagina facebook, una delle pochissime sui social a parlare in modo non banale e non fanatico di Milan
Sai, questo... questo è un caso molto, molto complicato, Maude. Un sacco di input e di output. Fortunatamente io rispetto un regime di droghe piuttosto rigido per mantenere la mente, diciamo, flessibile.
Avatar utente
IlFuSheva_7
Messaggi: 3940
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 15:09

Re: Libri

Messaggio da IlFuSheva_7 »

Vi segnalo l'uscita in data odierna della biografia di un golfista Ucraino che per passatempo giocava a football:


Old Trafford, Manchester, 28 maggio 2003. Lo sguardo rivolto più volte verso l’arbitro, rincorsa lunga e gol. Il rigore decisivo contro la Juventus, in una finale di Champions League tutta italiana. Questo è il ricordo indelebile che Andriy Shevchenko, Pallone d’oro nel 2004, ha lasciato nei tifosi del Milan.

Già da bambino sentiva che il suo destino sarebbe stato quello del calciatore, fin da quel marzo 1986, quando fu selezionato per entrare nei piccoli della Dynamo: il tempo di qualche allenamento poi saltò in aria il reattore numero 4 nella centrale nucleare di Chernobyl. Non è stato un ambiente facile, quello della sua adolescenza. Degli amici con cui è cresciuto ne sono rimasti vivi pochi. Droga, alcol, armi: ecco i loro killer. Lo sport e la sua famiglia, sempre presente, gli hanno indicato la via.

La svolta vera, il 5 novembre 1997, a 21 anni: una tripletta entrata nella storia, contro il Barcellona al Camp Nou. Risultato delle cure del Colonnello, Valerij Lobanovskij, che ne ha sgrezzato il talento puro prima dell’arrivo al Milan. Quando si è trasferito al Chelsea, Berlusconi gli ha detto: «Ti lascio andare per la tua felicità. Però sai anche che, tutti noi, vogliamo che tu resti. Il Milan è casa tua». Ha avuto quattro enormi amori calcistici: la Dynamo Kyiv, il Milan, il Chelsea e la Nazionale ucraina.


La sua è sempre stata una forza gentile, come suggerisce Giorgio Armani nella postfazione.
https://www.baldinicastoldi.it/libri/fo ... io-calcio/



Io lo leggerò Inglese, anche se ne capisco 2 parole su 8 è il momento di impararlo.
Hubo un tiempo en que el Milan fue el rey del mundo. Nadie le hizo sombra.
Avatar utente
nordahl
Messaggi: 7331
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 16:41

Re: Libri

Messaggio da nordahl »

Immagine

Volevo togliermi la maglia in segno di gioia per il gol del pareggio ma mi si è impigliata nelle braccia e allora ho fatto confusione. (cit.)
UNA MARGHERITA ED UNA PROSCIUTTO E FUNGHI AL TAVOLO 99, GRAZIE...
Avatar utente
IlFuSheva_7
Messaggi: 3940
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 15:09

Re: Libri

Messaggio da IlFuSheva_7 »

Cioè è uscito il nuovo libro di Luca Serafini:

"Milan, la rinascita. Ritorno tra le grandi". È uscito il nuovo libro di Luca Serafini:

Dopo una cavalcata straordinaria, esaltata da numeri da record, ma anche da cadute rovinose e un finale per cuori forti, Stefano Pioli suggella un anno e mezzo di lavoro chirurgico e restituisce i rossoneri ai vertici del campionato italiano e all'Europa che conta, la Champions League.

E' anche un giornalista che stimo ma mi chiedo, era necessario? Per un secondo posto? Siamo diventati questi? Come l'Inter che faceva i vhs dopo le rimonte contro la Sampdoria in un campionato dove finiva quinta? Va bene l'entusiasmo ma..

https://www.milannews.it/info-comunicaz ... ini-412224
Hubo un tiempo en que el Milan fue el rey del mundo. Nadie le hizo sombra.
Rispondi