Da dove ripartire?

I giocatori del passato e del presente
Avatar utente
billyg
Messaggi: 2708
Iscritto il: domenica 22 settembre 2013, 18:21

Re: R: Da dove ripartire?

Messaggio da billyg »

nordahl ha scritto: Come si fa a non essere d'accordo con questa affermazione?
Il punto è che per acquistare tre portieri, serve un patrimonio.
Che non abbiamo. Piaccia o non piaccia.
Trovo realistica una soluzione simile: si investe su un titolare (esempio, Perin, ma è solo un nome a caso), si dirotta Abbiati in panchina (oltretutto ha dato disponibilità in tal senso) e si tiene Coppola come 3° (in teoria non dovrebbe giocare mai).
Non è la migliore delle ipotesi (caccerei Abbiati, Gabriel ed Amelia già a gennaio, dipendesse da me) ma dobbiamo fare i conti con i soldi che scarseggiano.
E si debbono accettare compromessi.
Ecco, questo realismo, serve in tutti i reparti.
Se poi si effettua qualcosa a parametro zero, ben venga (tipo Tomasson, Cafu, Montolivo, Honda).
Qualcosa, non tutto il mercato!!!
Quoto e aggiungo che se si investisse in una seria rete di osservatori si potrebbero anche trovare giovani in giro da comprare a poco, ma che sul campo rendono.
Altri lo fanno.

Made & sent by my s4 white
Avatar utente
MarcoUnico
Messaggi: 1960
Iscritto il: martedì 3 settembre 2013, 8:52

Re: Da dove ripartire?

Messaggio da MarcoUnico »

Un progetto poteva essere fatto ed i giocatori per farlo c'era.
Con questo allenatore hai mandato tutto a cacare.
Perchè ripeto e ribadisco che essere a 19 punti con questa cazzo di rosa, sbilanciata come vi pare, ma pur sempre con gente come kakà, balotelli, montolivo e di tanto in tanto mexes, è un qualcosa di inimmaginabile.
A.D. Adriano Galliani:
"La preoccupazione dei tifosi? Rispondo che devono avere fiducia.
Ci vuole un atto di fede da parte di tutti che verrà ripagato"

(Gazzetta dello Sport - 30/07/2014)
Avatar utente
Puddu
Messaggi: 5989
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 15:59

Re: Da dove ripartire?

Messaggio da Puddu »

Milanista78 ha scritto:bek, i due papabili sono Prandelli (il mio preferito) che è impegnato con la nazionale fino ai mondiali e Seedorf (su cui ovviamente ricadrà la scelta del pedonano) che prenderà il patentino solo a febbraio o aprile.
Su Seedorf il problema non si porrebbe.
Lo affianchi a Tassotti e risolvi il problema
“Elliott è impaziente di cimentarsi nella sfida di realizzare il potenziale del club e di restituirlo al pantheon dei top football club Europei al quale AC Milan appartiene di diritto.''
Avatar utente
IlFuSheva_7
Messaggi: 3940
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 15:09

Re: Da dove ripartire?

Messaggio da IlFuSheva_7 »

Se si vuole una ripartenza bisogna lavorare dalle basi.
Siamo in difficoltà in tutto gestione tecnica, atletica, societaria.
Io ero strafelice il giorno in cui Galliani annunciò le dimissioni con l'ingresso quasi certo di Paolo Maldini in società, sarebbe stato un monito continuo per quelle teste di cazzo che invadono Milanello da un po' di anni a questa parte anzi molti sarebbero stati direttamente epurati.
Comunque, in una società che almeno ci vuole provare la prima cosa da fare sarebbe valutare correttamente la rosa a disposizione con un tecnico nel quale si crede fermamente e al quale si affida una ricostruzione pluriennale.
In base al modulo del nuovo tecnico, alle sue idee di calcio tattiche e fisiche, al suo staff, si valutano i giocatori che possono fare al caso e quelli ai quali si DEVE rinunciare.
Si eliminano il più possibile quelle cazzo di amichevoli in America e si lavora per un mese intero a Milanello con il nuovo staff con la rosa quasi al completo da META' LUGLIO, se poi capitano occasionissime 1-2 giocatori li puoi prendere pure ad Agosto...
I giocatori e il mercato devono essere assolutamente di competenza di tecnico e Direttore sportivo, gente che i giocatori li sa valutare...
E' inutile assolutamente comprare 10 giocatori nuovi mandandone via 15 dopo una stagione del genere, se vuoi migliorare la rosa ne prendi 2-3 buoni mandandone via 8-9-10 o quelli che sono, per completare la rosa inserisci in pianta stabile 2-3 Primavera e quando ne hai necessità LI FAI GIOCARE senza paura, se non li reputi validi non li inserisci nemmeno in rosa, se sbagliano due partite di fila non li dai in prestito ma li riproponi con gradualità e nel caso li lasci risbagliare.
Un aspetto fondamentale secondo me poi sarebbe quello di formare un nucleo forte Italiano, ogni squadra che vince ripetutamente nel tempo in Europa è ripartita da un nucleo di giocatori indigeni perlopiù formati nel proprio settore giovanile e questo ti da tantissimi vantaggi, attaccamento alla maglia, conoscenza degli aspetti del club, emarginazione delle merde all'interno dello spogliatoio etc etc...
Naturalmente tutto questo rapportato al Milan è utopico con questa società al comando, con questo amministratore delegato, con il modus operandi dimostrato finora, ma tanto se si deve sognare qualcosa ....
Hubo un tiempo en que el Milan fue el rey del mundo. Nadie le hizo sombra.
Avatar utente
nordahl
Messaggi: 7331
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 16:41

Re: Da dove ripartire?

Messaggio da nordahl »

IlFuSheva_7 ha scritto: E' inutile assolutamente comprare 10 giocatori nuovi mandandone via 15 dopo una stagione del genere, se vuoi migliorare la rosa ne prendi 2-3 buoni mandandone via 8-9-10 o quelli che sono
esatto.
Pochi acquisti.
Mirati.
Pagandoli il giusto.
UNA MARGHERITA ED UNA PROSCIUTTO E FUNGHI AL TAVOLO 99, GRAZIE...
Avatar utente
FedericoV
Messaggi: 1464
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 15:10

Re: Da dove ripartire?

Messaggio da FedericoV »

Non si può ripartire con l'attuale proprietà. Ditemi quello che vi pare: comunista, intollerante, pessimista... quello che vi pare. Ma con il cialtrone maximo alla guida della società, qualsiasi progetto di rinascita è un non-sense.

Poi, ci può scappare la stagione buona per carità e anche quella ottima se gli astri sono ben allineati. Ma con il caimano a comandare saranno sempre cose estemporanee destinate a svanire "come lacrime nella pioggia" (cit.).

Liberate il Milan dalla famiglia Berlusconi e potremo tornare a parlare. Al momento attuale, il Milan non ha presente, non ha futuro e non ha passato. Semplicemente, non esiste. E' il nulla.
"Il Presidente è molto preoccupato per il Milan" Flavio Briatore
Milanista78
Messaggi: 1339
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 16:19

Re: Da dove ripartire?

Messaggio da Milanista78 »

FedericoV ha scritto: Liberate il Milan dalla famiglia Berlusconi e potremo tornare a parlare. Al momento attuale, il Milan non ha presente, non ha futuro e non ha passato. Semplicemente, non esiste. E' il nulla.
E' esattamente il mio sentimento.
RED LIKE HELL AND BLACK TO SCARE THE ENEMY
Avatar utente
T.rex
Messaggi: 925
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 16:49

Re: Da dove ripartire?

Messaggio da T.rex »

Milanista78 ha scritto:
FedericoV ha scritto: Liberate il Milan dalla famiglia Berlusconi e potremo tornare a parlare. Al momento attuale, il Milan non ha presente, non ha futuro e non ha passato. Semplicemente, non esiste. E' il nulla.
E' esattamente il mio sentimento.
Questo per me è persino un atteggiamento positivo.. pensa come sto messo
Nessun uomo può permettersi di guardare un altro uomo dall'alto verso il basso, se non per aiutarlo a rialzarsi
Avatar utente
Puddu
Messaggi: 5989
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 15:59

Re: Da dove ripartire?

Messaggio da Puddu »

Da dove ripartire... potrebbe tornar di moda...
Già perchè ''la società'' pare abbia contattato tale Lippi Marcello da Viareggio che si è è detto, sempre pare, pronto a subentrare anche subito.
Dunque, in estate si è silurato l'ennesimo allenatore, (tra l'altro ennesima bandiera bruciata per sempre, dopo Leo e Seedorf) si è scelto (già, chi l'ha scelto? E gli altri prima di lui?) il Serbo (scartando quello che col Napoli è campione d'inverno per motivi non propriamente tecnici o tattici), si è speso tanto (e pure non benissimo... anche a causa del crollo dei mercati cinesi... ) in vista dell'entrata di ingenti capitali da fondi con gli occhi a mandorla e... dopo un girone deludente siamo con il tecnico, di fatto, sfiduciato, la rosa incompleta e incumpiuta con enormi problemi di organico che avrebbe bisogno di essere aggiustata\rinforzata ma... nel frattempo crollano le borse asiatiche come detto, scappano i suddetti investitori, al telefono dell'intermediario Thai risponde la segreteria telefonica che prega di lasciare un messaggio e in procinto di chiamare un altro tecnico. Terzo posto lontano, rischio di ennesimo ridimensionamento concreto e reale.
Poi ci sarebbe la questione Stadio di proprietà... ma stendo un velo pietoso.

Benvenuti al circo chiamato ACMILAN
“Elliott è impaziente di cimentarsi nella sfida di realizzare il potenziale del club e di restituirlo al pantheon dei top football club Europei al quale AC Milan appartiene di diritto.''
Avatar utente
Mich_Milan1899
Messaggi: 1988
Iscritto il: mercoledì 22 gennaio 2014, 15:10

Re: Da dove ripartire?

Messaggio da Mich_Milan1899 »

Intanto si torna a parlare del Thai. Ovviamente ottima distrazione mediatica in chiave (non) mercato.
.
Rispondi