Superlega Europea

Champions League, Europa League, Liga, Premiership, Bundesliga...
Avatar utente
sickboy
Messaggi: 5256
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 16:30

Re: Superlega Europea

Messaggio da sickboy »

Persona fantastica di intelligenza e competenza superiore a quel branco di cialtroni dei suoi colleghi.
Non è un caso lui e Buffa fossero un team.
Sai, questo... questo è un caso molto, molto complicato, Maude. Un sacco di input e di output. Fortunatamente io rispetto un regime di droghe piuttosto rigido per mantenere la mente, diciamo, flessibile.
Avatar utente
Puddu
Messaggi: 5908
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 15:59

Re: Superlega Europea

Messaggio da Puddu »

Non è ''facile'' da digerire in telecronaca, esige un certo grado di passione e competenza. Tanti tecnicismi e poco spazio alla spiegazione di ciò che accade per un novello appassionato o lo spettatore occasionale, ma è una enciclopedia vivente. La redazione basket di sky è di una qualità immensa. Sentirlo parlare di calcio fa strano, infatti non si è sbilanciato molto... una cosa l'ha detta ed è la cosa che più mi fa incazzare quando sento paragonare il calcio all'nba, è una differenza culturale enorme. Li la prima cosa è l'equilibrio e l'alternanza al vertice e tutte le regole vanno in questa direzione, nel calcio, per come funziona ed è sempre funzionato, per come è strutturato e vissuto, questo è impossibile. Per un americano quello che accade in Bundes col Bayern o qui con la rube è inconcepibile.
Pensiamo alla serie a dove tutte le squadre, dalla prima all'ultima, hanno gli stessi introiti e lo stesso limite di spesa.
Cosa accadrebbe? Che vincerebbe la società più ''brava'' nel saper costruire una squadra che assecondi le idee tattiche dell'allenatore. Non che fattura 100 volte di più dell'ultima in classifica. E' inconcepibile. Questa si sarebbe una vera rivoluzione, altro che superlega.
“Elliott è impaziente di cimentarsi nella sfida di realizzare il potenziale del club e di restituirlo al pantheon dei top football club Europei al quale AC Milan appartiene di diritto.''
Avatar utente
nordahl
Messaggi: 7229
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 16:41

Re: Superlega Europea

Messaggio da nordahl »

Puddu ha scritto: martedì 27 aprile 2021, 19:57 Non è ''facile'' da digerire in telecronaca, esige un certo grado di passione e competenza. Tanti tecnicismi e poco spazio alla spiegazione di ciò che accade per un novello appassionato o lo spettatore occasionale, ma è una enciclopedia vivente. La redazione basket di sky è di una qualità immensa. Sentirlo parlare di calcio fa strano, infatti non si è sbilanciato molto... una cosa l'ha detta ed è la cosa che più mi fa incazzare quando sento paragonare il calcio all'nba, è una differenza culturale enorme. Li la prima cosa è l'equilibrio e l'alternanza al vertice e tutte le regole vanno in questa direzione, nel calcio, per come funziona ed è sempre funzionato, per come è strutturato e vissuto, questo è impossibile. Per un americano quello che accade in Bundes col Bayern o qui con la rube è inconcepibile.
Pensiamo alla serie a dove tutte le squadre, dalla prima all'ultima, hanno gli stessi introiti e lo stesso limite di spesa.
Cosa accadrebbe? Che vincerebbe la società più ''brava'' nel saper costruire una squadra che assecondi le idee tattiche dell'allenatore. Non che fattura 100 volte di più dell'ultima in classifica. E' inconcepibile. Questa si sarebbe una vera rivoluzione, altro che superlega.
Vero, ma è diverso il contesto.
Negli Stati Uniti lo sport viene vissuto come puro intrattenimento.
Popcorn, cheerleader, merchandise e roba del genere.
Da loro non viene vissuto con la passione tipica europea o sudamericana, da loro non si piange per una sconfitta o non si fanno i caroselli con le bandiere fuori dal tettuccio apribile dopo una coppa, da loro non esistono gli ultras e non esiste il concetto di trasferta
Per loro andare dai Boston Celtics viene vissuto con il nostro stesso pathos di quando andiamo a vedere Madama Butterfly all'Arena di Verona

Quello che voglio dire è che lo sport Usa, calcio incluso, non è assolutamente paragonabile allo sport europeo, sotto tutti i punti di vista.
Due mondi diversi.
È come paragonare il festival di Sanremo con il Gran Premio di Formula 1 di Monza, che sono entrambe competizioni con un vincitore e null'altro in comune
LASCERO' IL MILAN IN OTTIME MANI...
Avatar utente
Puddu
Messaggi: 5908
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 15:59

Re: Superlega Europea

Messaggio da Puddu »

Vero, ma non confondiamo il modello americano di business dello sport con il modo di vivere lo sport dei tifosi. Quello che dici in linea di massima è vero, anche se ci sono eccezioni, soprattutto a livello liceale e collegiale dove il discorso di appartenenza e rivalità c'è ed è ben radicato. Un giocatore Nba può rimanere nella stessa squadra per anni ma non è detto che diventi quella che noi chiamiamo bandiera o può lui stesso non volersi identificare con quella squadra. Ma sarà sempre parte della sua università e della squadra del suo college. Se sei uscito da Duke sarai sempre un Blue Devil, anche se ci hai fatto solo due anni. E lì il tifo si avvicina a quello europeo. Si avvicina eh... Da noi è un'altra cosa. Se si vuole il modello di business e alternanza al vertice si può fare se e solo se tali regole vengono accettate anche da noi tifosi.
“Elliott è impaziente di cimentarsi nella sfida di realizzare il potenziale del club e di restituirlo al pantheon dei top football club Europei al quale AC Milan appartiene di diritto.''
Rispondi