BASKET NBA

Basket, rugby, motori, tennis...

Moderatore: sickboy

Avatar utente
sickboy
Messaggi: 3916
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 16:30
Località: Catania bedda

Re: BASKET NBA

Messaggio da sickboy » mercoledì 6 febbraio 2019, 22:59

È da quest'estate che fatico a capire le mosse di Philly (anche per ignoranza :D ) e mi conforta che la pensi anche tu così :asd:
Avrei tenuto Ilyasova e Belinelli per la panca, ad esempio - non so se ci fossero ragioni salariali o contrattuali, Beli aveva firmato un annuale ma non ricordo altro.
Anche Butler, un testa di minchia senza pari, per Saric e Covington... ok nel breve periodo, Butler si fa sentire... ma la panca? E il lungo periodo? Butler che scassava i coglioni entro tre mesi penso non fosse manco quotato :D
Insomma una mossa poco "process", if you ask me
E se mi spieghi che cazzo è successo con markelle fultz mi fai una cortesia :D
(sentiti liberissimo di correggere se ho detto cazzate :lol:)
Sai, questo... questo è un caso molto, molto complicato, Maude. Un sacco di input e di output. Fortunatamente io rispetto un regime di droghe piuttosto rigido per mantenere la mente, diciamo, flessibile.

Avatar utente
Puddu
Messaggi: 4880
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 15:59
Località: Opitergium

Re: BASKET NBA

Messaggio da Puddu » giovedì 7 febbraio 2019, 0:55

Grazie per la fiducia, ma anche io non ci capisco molto di tutte le tematiche, regole e regoline del mercato NBA.

Su Phila.
Hanno ritenuto il process completo, almeno la prima parte, quella del ''perdere e perderemo'' stile presidente Bortolotti della Longobarda, per accumulare scelte e giovani ed avere spazio salariale.
Si sono ritrovati con Embiid e Simmons, due fenomeni, uno potenziale ma con problemi fisici come Fultz ed alcuni discreti o buoni rollplayer.
A sto punto si son posti una domanda, visti i PO dell'anno scorso, visto Toronto, Boston e Milwakee, visto che il Re è andato ad ovest... Simmons e Joel bastano per vincere?
Eh, non è facile rispondere eh... evidentemente hanno pensato di no e hanno fatto la prima trade per Jimmy e poi questa sacrificando un pò di futuro per puntare un pò sul presente.
Su Beli e company
Mi sembra che tutti non potevano tenerli, non per quello che chiedevano almeno. E poi evidentemente avevano già l'idea di tenere quanto più spazio possibile forse... però anche a me è dispiaciuto che abbiano smantellato quella squadra.. ma si torna alla domanda di prima, bastava?
Toronto è un'altra che stà sacrificando il futuro per il presente, prendendo Leonard che rischiano di perdere ''a zero'' in estate. Ora pare stiano cercando pure di scambiare Lowry, vedremo...
I Clippers fanno il contrario, sacrificano il presente (sono 8 a ovest, rischiano di non fare i PO) per il futuro. Ora pare vogliano cedere pure il Gallo...
Stanno per cambiare gli equilibri in NBA, questa estate sarà moooolto interessante e le squadre si stanno preparando.
C'è chi fa la gara per vincere subito, chi fa spazio salariale...
C'è da dire anche che lo spazio salariale ci vuole, ma non è tutto. Ormai i giocatori non guardano più solo ai soldi, ma guardano anche al contesto e alla possibilità di vincere.
Esempio Davis, rinunciando al massimo salariale di NOLA che è di 240 mln rinuncerebbe a 50 mln, infatti nessuna altra squadra può offrire tanto.
Idem Leonard rinunciando a rifirmare per gli Spurs, credo rinunci a una 30 di mln, vado a memoria.
A fine mese ci arrivano eh, però una volta non accadeva.

Su Fultz, se ne sapessi qualcosa più di te sarei Fultz :D
Dopo mesi di notizie, visite, silenzi e voci è saltato fuori che il problema è che è affetto da ''Sindrome dello stretto toracico superiore''
La sindrome consiste in una “patologia da compressione neurovascolare a carico della radice degli arti superiori”, stato che colpisce le terminazioni nervose tra spalla e collo e, nel caso di Markelle Fultz, impedirebbe un corretto movimento dell’articolazione della spalla destra.
Tale patologia è ''curabile'' o ''controllabile'' tramite manipolazione e fisioterapia, infatti si parlava 4\7 settimane di stop... ma ancora non si sa niente e tutto tace.
A complicare il tutto ci sarebbe il ''come'' questa patologia si manifesta, ovvero in seguito a un trauma, tipo una caduta da una moto sulla quale Fultz ha taciuto... :roll: , ma sono solo voci non confermate e mezze smentite.
Ma qualcosa di strano c'è.
“Elliott è impaziente di cimentarsi nella sfida di realizzare il potenziale del club e di restituirlo al pantheon dei top football club Europei al quale AC Milan appartiene di diritto.''

Avatar utente
sickboy
Messaggi: 3916
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 16:30
Località: Catania bedda

Re: BASKET NBA

Messaggio da sickboy » giovedì 7 febbraio 2019, 23:24

Sempre in tema Harden
Immagine

Sempre in tema Philly: arriva Jonathon Simmons.
Sempre in tema Markelle: tradato ai Magic :asd: :asd:

I Raptors prendono Marc gasol e gli danno Jonas Valanciunas, Delon Wright e CJ Miles e una scelta di qualche tipo nel 2024
Sai, questo... questo è un caso molto, molto complicato, Maude. Un sacco di input e di output. Fortunatamente io rispetto un regime di droghe piuttosto rigido per mantenere la mente, diciamo, flessibile.

Avatar utente
Puddu
Messaggi: 4880
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 15:59
Località: Opitergium

Re: BASKET NBA

Messaggio da Puddu » venerdì 8 febbraio 2019, 1:33

Alla fine Phily ha aggiustato il roster, con Ennis III da Houston e sopratutto Simmons per Fultz. Ora magari qualcuno senza contratto per allungare la panca e fanno sul serio, almeno sulla carta... io alcuni dubbi li ho, ma tanto di cappello per come si sono mossi.
Toronto scambia praticamente Valanciunas x Gasol, approfittando della paura di Memphis di rimanere con Gasol senza avere niente... potevano ottenere di più.
I Clippers gettano la maschera e puntano dritti all'estate
I Bucks prendono Mirotic, che è fatto dal sarto per loro, grande presa per me
Boston punta all'estate pure lei, anzi, punta al monociglio. Si parla infatti di contatti tra Ainge e i Pellicans in cui promettevano un'offertona bomba.
Rumors parlano di Tatum, Horford, Smart + forse altri e 3 prime scelte.
Capisco perchè ai Pellicans abbiano detto no a LA.
Prendendoli pure per il culo su twitter scrivendo ''tic-tac'' mentre si avvicinava l'ora della chiusura :D

Sarà interessante vedere come reagiranno Ball, Kuzma e compagnia dopo che gli si è chiaramente fatto capire che ne la società ne il Re crede in loro...
“Elliott è impaziente di cimentarsi nella sfida di realizzare il potenziale del club e di restituirlo al pantheon dei top football club Europei al quale AC Milan appartiene di diritto.''

Avatar utente
sickboy
Messaggi: 3916
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 16:30
Località: Catania bedda

Re: BASKET NBA

Messaggio da sickboy » domenica 10 febbraio 2019, 15:42

:Surprice: Ma sti celtics che prendono cazzi in faccia dalle due losangeline?
Io la stagione di Boston dopo il bellissimo exploit senza Kyrie e il roscio ai playoff 2018 non l'ho davvero capita.
Sai, questo... questo è un caso molto, molto complicato, Maude. Un sacco di input e di output. Fortunatamente io rispetto un regime di droghe piuttosto rigido per mantenere la mente, diciamo, flessibile.

Avatar utente
Puddu
Messaggi: 4880
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 15:59
Località: Opitergium

Re: BASKET NBA

Messaggio da Puddu » domenica 10 febbraio 2019, 16:33

La scorsa stagione l'hanno fatta tutta senza Hayward e metà senza Irving, con Horford e Smart che hanno avuto diversi problemi. Questo ha dato la possibilità ai Tatum, ai Brown, ai Rozier... di avere tanti minuti e titolarità. Minuti e titolarità che hanno mostrato il loro grandissimo potenziale.
Questa stagione hanno dovuto inserire Hayward, è tornato Irving e certi minuti e certi possessi che avevano prima non ci sono più.
Ci sono giocatori che per produrre hanno bisogno di un certo minutaggio e la palla in mano, che hanno bisogno di toccare la palla spesso per entrare in ritmo ma nella squadra di Irving non si può.
Rozier da play titolare, con 30\35 minuti di impiego deve passare a 15, dalla panca.
Tatum non ce l'ha più in mano come prima, non è più il go tu guy dell'attacco.
Brown parte dalla panca e se prima aveva 20 tiri, ora ne ha 10.
Non è facile da fare, adattarsi a partire dalla panca, non è facile da accettare, per alcuni dei giovani di Boston, dopo che la scorsa stagione sei andato ad una partita dalla finale NBA, ''cedere'' minuti e tiri a gente che fondamentalmente è nuova o che cmq non c'era la scorsa stagione.
Da li vengono malumori, divisioni interne, ripicche e contrasti che poi portano alla mancanza di fiducia e a quelle faide che si vedono sul campo... ''non me la passi di la, allora non difendo quà'' etc.
Qualora dovessero adattarsi, fare ''click'' e trovare il giusto mix, non ce ne ad est secondo me. Ma non è facile neanche un pò.
L'unico che sembra ''accettarlo'' è Brown, non per niente uno dei giocatori più intelligenti dell'NBA.
Brad Stevens è un mago del pino, sono sicuro possa trovare un modo
“Elliott è impaziente di cimentarsi nella sfida di realizzare il potenziale del club e di restituirlo al pantheon dei top football club Europei al quale AC Milan appartiene di diritto.''

Avatar utente
sickboy
Messaggi: 3916
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 16:30
Località: Catania bedda

Re: BASKET NBA

Messaggio da sickboy » martedì 12 febbraio 2019, 15:47

George (terza volta) e Westbrook (127esima volta) vanno in tripla doppia da compagni di squadra, noni di sempre a riuscirci, ma primi a farlo con entrambi ad almeno 20 punti, combinando per 68 punti (il massimo finora era stato 56, di Carter-Kidd e Jordan-Pippen, mica pizza e fichi).
Inoltre, Westbrook timbra la DECIMA tripla doppia consecutiva riuscendo a togliere uno di quei record incredibili di Wilt, dopo averne tolti un paio a Big O.
:zip:
Sai, questo... questo è un caso molto, molto complicato, Maude. Un sacco di input e di output. Fortunatamente io rispetto un regime di droghe piuttosto rigido per mantenere la mente, diciamo, flessibile.

Avatar utente
Puddu
Messaggi: 4880
Iscritto il: lunedì 2 settembre 2013, 15:59
Località: Opitergium

Re: BASKET NBA

Messaggio da Puddu » martedì 12 febbraio 2019, 16:03

OKC fa sul serio, ormai pochi dubbi.
Westbrook stà giocando più da play vero e proprio, più per la squadra e si vede, PG è da MVP e la difesa è da elite.
Basterà nei PO? Dura da dire, manca qualcosa nel resto della squadra, sopratutto in attacco, sopratutto dall'arco. Russ non stà tirando bene e gli capita ancora di sbagliare nei finali punto a punto ma molto meno... non so, sicuramente sono ostici da affrontare, questo è sicuro.
“Elliott è impaziente di cimentarsi nella sfida di realizzare il potenziale del club e di restituirlo al pantheon dei top football club Europei al quale AC Milan appartiene di diritto.''

Rispondi